Lozzo Atestino

Nord Est pil pro-capite come in Germania

"Le regioni del Nord Est sono state in grado di riprendersi" dalla crisi "più rapidamente di altre aree". "Il pil-pro capite, pari a 33.900 euro, è prossimo a quello della Germania e della Svezia e ampiamente superiore alla media italiana". E' quanto scritto nel Rapporto annuale della Fondazione Nord est, presentato a Padova. "Nel Nord Est - viene spiegato - il Pil nel 2017 è cresciuto dell'1,8% e si stima per il 2018 una crescita dell'1,3%, grazie ai consumi delle famiglie (+1,3%) e agli investimenti fissi lordi, previsti in crescita del 2,8%". Per quel che riguarda le prospettive, le imprese del Nord Est ritengono necessario "un grande piano di nuovi investimenti. Però non in infrastrutture o viabilità, idee oramai del Novecento", ma "in formazione e nuove scuole, in infrastrutture digitali, in ecosistemi per l'innovazione". Nel rapporto si ricorda il "forte squilibrio tra una domanda di lavoro elevata ed un'offerta di lavoro che non ha le caratteristiche per soddisfarla". L'auspicio è quindi che si investa "maggiormente in una formazione professionale qualificata, incrementando gli istituti tecnici statali", e nelle università. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie